Enoteca storica Faccioli | FOOD & WINE

Da cento anni l’enoteca Faccioli è il luogo in cui i bolognesi si rifugiano per trovare un buon bicchiere di vino. L’attività è stata infatti avviata nei primi anni ’20 da Olindo Faccioli, il cui nome compare ancora nell’insegna.

Erano tempi difficili, quelli. Di giorno Olindo lavorava nel locale, e di notte vi dormiva per evitare spiacevoli sorprese mattutine.

Erano però anche i tempi in cui le osterie rappresentavano il centro nevralgico della vita sociale di Bologna. Lì infatti le persone si ritrovavano per chiacchierare, bere un buon bicchiere di vino o farsi una partita a carte. Molti anni dopo arrivarono il figlio di Olindo, Fiorenzo, e la moglie Marina, che con piglio deciso e tenace portarono avanti la tradizione del capostipite, arricchendo l’offerta con piatti della tradizione bolognese. A un secolo di distanza, Elisa e Stefano hanno ricreato l’atmosfera di allora, in un ambiente elegante e accogliente, intenzionati a continuare sulla strada dei predecessori.
Più di 500 etichette di vini naturali, biologici e biodinamici, di provenienza locale, nazionale e internazionale, di cui 60 di Champagne, vi aspettano nel pieno centro di Bologna. I vini sono perfetto accompagnamento di cibi genuini e dal gusto non omologato. Selezione accurata delle materie prime, artigianalità e autenticità caratterizzano i salumi e i formaggi sia nazionali che internazionali, oltre ad alcuni piatti della tradizione bolognese.

Ci piace il buon vino, quello fatto bene, prodotto nel rispetto della natura, senza l’ausilio di chimica in vigna e di correttivi in cantina. Ci piace il vino che rispecchia chi lo produce, la sua passione e la sua dedizione. E poi ci piacciono i cibi genuini, con gusti non omologati, quelli veri, della tradizione. Abbiamo perciò selezionato alcuni prodotti – non molti, ma con tanta anima – ottenuti da un’agricoltura sana e autentica.
Da oltre un secolo questo locale offre un ritrovo accogliente, dove rilassarsi e fare quattro chiacchiere degustando un buon bicchiere. I nostri avventori di solito sono gruppi di amici che si fermano da noi  raccontandosi le loro vite. Ma anche turisti che vogliono godersi uno spazio così caratteristico della città, e non il solito bar. Noi vogliamo tenacemente portare avanti questa tradizione.