Sfoglia Rina | PASTA FRESCA

La cucina di Sfoglia Rina ruota tutta attorno alla pasta fresca. È una cucina genuina, realizzata con prodotti di qualità presentati in modo semplice ma con un pizzico di creatività.

Il menù si divide in due. Da un lato i classici della cucina tipica bolognese: il re tortellino rigorosamente in brodo o nella sua variante golosa con lo zabaione di parmigiano; il tortellone, unico vegetariano, servito con il suo burro alla salvia; la “divina” tagliatella ricoperta di ragù; la più “rustica” gramigna con il suo ragù di salsiccia; il “povero” tagliolino, piatto di recupero della nonna servito in modo fusion; la “ricca” lasagna, esplosione di gusto e sublime equilibrio tra sfoglia, besciamella e ragù; e infine, le tigelle accompagnate da formaggi e salumi misti. L’altro lato del menù è occupato invece dalle proposte stagionali. È qui che la pasta fresca si proietta verso il futuro, reinterpretando la tradizione, contaminandola a volte anche con sapori e profumi lontani, ma sempre puntando sulla freschezza e la stagionalità del prodotto. Il menù settimanale è sempre composto da 7 piatti: passatelli, gnocchi, risotto (gluten free), piatto vegano, ripieno vegetariano, ripieno di carne, pasta al torchio, ognuno dei quali viene condito in modo da creare una variazione costante ed essere sempre al passo con le stagioni.

La storia di Sfoglia Rina inizia nel 1963, quando Rina De Franceschi apre una piccola bottega di produzione di pasta fresca a Casalecchio di Reno. Per anni, lavora, studia le ricette, affina le tecniche e si costruisce una bella reputazione. Quasi 40 anni dopo, il nipote Lorenzo eredita l’arte della pasta all’uovo e inizia a modernizzare l’azienda di famiglia. Nel 2010 arriva l’idea ispirata alle bakery del Nord Europa, di dove è originaria Catherine, la moglie di Lorenzo: perché non aggiungere uno spazio dove i clienti possono anche mangiare la pasta cucinata sul momento? Apre quindi il primo punto ristoro di Sfoglia Rina. Il successo è immediato! La gente ama la freschezza della proposta: una tavola calda, dove pranzare con un buon piatto di pasta fresca, magari chiacchierando con gli altri commensali seduti al grande tavolone centrale. Nel 2015, Lorenzo e Catherine decidono di conquistare la città. Viene scoperto un grande locale vuoto nella storica e centrale via Castiglione, a pochi passi dalle due torri. Così, a oltre 50 anni dall’apertura di Sfoglia Rina, apre il secondo negozio e ristorante dell’azienda.

Lorenzo:

Non esiste sul territorio una realtà simile alla nostra: partendo dal cuore, che è la produzione di pasta fresca, Sfoglia Rina offre ai suoi avventori un’esperienza unica. Il ristorante di Sfoglia Rina è stato ideato per creare un luogo conviviale, caldo nell’atmosfera e accogliente nell’anima. Un luogo che ricorda i pranzi domenicali nella cucina della nonna, un luogo inclusivo dove si possa sentire a proprio agio sia lo studente universitario sia la famiglia con bambini o la coppia di pensionati. Inoltre, chi entra in Sfoglia Rina ha la possibilità di portare a casa una ampia scelta di prodotti di pasta fresca tutta fatta a mano con ingredienti di prima qualità e quasi sempre di provenienza locale.
In tutto e per tutto, la vita cittadina e culturale con i suoi mutamenti (anche dovuti a scelte politiche) hanno un impatto diretto sul nostro operato. Noi siamo Bologna, siamo parte delle sue antiche tradizioni e come lei evolviamo e cerchiamo di portare avanti il suo ricco patrimonio.